Didattica e gemellaggi elettronici in Europa

Home » Esperienze » COSA CI RESTA DELLA GRANDE GUERRA?

COSA CI RESTA DELLA GRANDE GUERRA? Altre esperienze

A 100 anni esatti di distanza, il progetto ha permesso agli studenti di affrontare l’argomento della I Guerra Mondiale con una varietà di informazioni e soprattutto di prospettive, facendo loro studiare la realtà storica da diverse angolazioni, sia nazionali, sia geografiche, sia umane. I ragazzi hanno conosciuto più a fondo la realtà del proprio territorio, e, contemporaneamente, quella dei Paesi delle scuole partner, scoprendo nessi e somiglianze. Grazie al progetto il loro orizzonte culturale si è ampliato insieme alla loro sensibilità verso l’altro.


Titolo progetto
Vor 100 Jahren: Weltkrieg … In 100 Jahren: Weltfrieden?

Docente
Sabina Vecchione Grüner

Scuola
Liceo classico e linguistico Francesco Petrarca di Trieste

Scuole partner
Collège Des Racines & des Ailes, Francia

Osnovna šola Cerkno, Slovenia

Gimnazjum im. Jana Pawła II w Mikluszowicach , Polonia

Zespół Szkół Technicznych i Ogólnokształcących, Polonia

Anno scolastico
2014/2015

Principali materie
Lingua straniera (tedesco), Storia, Arte, Cross Curricular, Educazione alla Cittadinanza, Etica, Geografia, Informatica / TIC, Italiano e letteratura, Politica, Scienze Sociali

Lingua di scambio
Tedesco

Età degli alunni / Numero degli alunni coinvolti
18 anni, 106 alunni coinvolti in totale



Sabina Vecchione Grüner 1Lavorare con eTwinning sta diventando sempre più una componente essenziale della mia attività di insegnante. Questo modo di fare scuola ha cambiato sensibilmente gli equilibri in classe, dove grazie ai progetti i ragazzi hanno potuto assumere un ruolo sempre più attivo e responsabile. Il confronto con partner di altri paesi è sempre uno stimolo alla riflessione su se stessi, alla conoscenza, all’apertura, all’accoglienza di idee e proposte, di aspetti nuovi. Oltre a tutto ciò come insegnante di lingua straniera mettere in comunicazione i miei studenti con altri studenti utilizzando la lingua studiata rappresenta un efficace strumento di motivazione allo studio e all’uso della lingua nonché un’opportunità per loro di esercitarsi in modo piacevole e costruttivo. Le abilità informatiche che sottendono al lavoro in eTwinning sono un plusvalore, ma è sul versante umano che i giovani traggono il vantaggio maggiore, aprendosi e crescendo come consapevoli cittadini europei.
Sabina Vecchione Grüner, Liceo classico e linguistico Francesco Petrarca di Trieste.

  • Obiettivi e attività

OBIETTIVI

– Per incoraggiare gli alunni a imparare a conoscersi e diventare amici;
– Sviluppare le abilità dei nostri alunni a comunicare in una lingua straniera , condividere informazioni e connettersi virtualmente;
– Per migliorare le competenze e le strutture ICT dei nostri allievi;
– Per migliorare la comprensione e la conoscenza di diversi paesi e culture europee dei nostri alunni e quindi superare i loro pregiudizi e aumentare la tolleranza.

ATTIVITÀSabina Vecchione Grüner 2

– Dopo le attività di conoscenza reciproca le classi hanno svolto ricerche in piccoli gruppi sui luoghi della Prima Guerra Mondiale nel proprio territorio, visite a musei, archivi, monumenti, analisi di letteratura;
– Ciascuna classe ha poi presentato, anche con attività interattive, quanto scoperto;
– Si è svolto un confronto fra la storia delle rispettive regioni e paesi;
– Riflessione comune tramite diverse attività sul tema della pace, e del futuro dell’Europa e del mondo;

Interessante la collaborazione fra gruppi di studenti di età diverse, che hanno apportato con i diversi mezzi e stili consoni alla loro età (giocosità e fantasia da parte dei più giovani, approfondimento culturale da parte dei più grandi) importanti contributi, realizzando così un insieme ricco e armonioso. Il progetto è stato parte integrante del programma dell’Esame di Stato del gruppo italiano.

  • Tools utilizzati

GOOGLE DRIVE: per la comunicazione fra docenti e lo scambio di materiali;
KIZOA e ANIMOTO: per la realizzazione di effetti grafici e animazioni;
PREZI , SLIDESHARE: per realizzare presentazioni;
LEARNINGAPPS e KAHOOT: per la creazione di quiz;
YOUTUBE e VIMEO: per pubblicare e condividere video;
THINGLINK: per creare immagini interattive;
TRICIDER e PADLET: per facilitare lo scambio di idee, informazioni e contenuti.

  • Risultati

Per il gruppo italiano ha rappresentato un ottimo e stimolante avvio la visita guidata al Museo della Guerra Per la Pace De Henriquez di Trieste, con il quale siamo rimasti in contatto per l’intera durata del progetto, ponendo le basi per un rapporto fra il museo e la scuola, che continuerà nel tempo.
L’intero progetto si è svolto all’insegna della collaborazione, non solo con gli enti esterni, come i musei, e non solo fra gli studenti fra loro e con i partner europei, ma anche fra le docenti del progetto e fra gli insegnanti all’interno dell’istituto stesso, poiché il tema toccava varie discipline (lingue e letterature straniere, storia, letteratura italiana, scienze).
Attraverso il progetto si sono incrementate ed approfondite non solo le conoscenze relative ai temi trattati, ma anche le abilità e competenze degli studenti nella lingua straniera e nell’uso delle TIC. Diversi dei prodotti realizzati possono essere utilizzati dal punto di vista didattico anche in futuro.

  • Competenze sviluppate dagli alunni

Imparare ad imparare; Sociali e civiche; Espressione culturale; Digitali; Comunicazione in lingua straniera

  • Riconoscimenti

Premio nazionale eTwinning 2015
eTwinning Quality Label 2015 (Italia, Francia, Slovenia)

  • Link esterni

Padlet: http://padlet.com/FrauSebillaud/o4txue33fqdh

Pagina Facebook del progetto: https://www.facebook.com/groups/Vor100Jahren/?fref=ts

Accedi al portale europeo

Estensione di eTwinning alle nazioni confinanti

Con i corsi di Teacher Academy e molto altro