Home » Esperienze » Didattica a distanza, creatività e collaborazione per nuove ricette in salsa italo-tedesca

Didattica a distanza, creatività e collaborazione per nuove ricette in salsa italo-tedesca Altre esperienze

Il progetto è nato nel corso di un seminario bilaterale eTwinning italo-tedesco per istituti tecnici e professionali, svoltosi a Milano nel 2019. L’obiettivo comune ai tre Istituti partecipanti è stata la creazione di un’attività didattica che incontrasse le esigenze di ciascun partner: un riferimento alla gastronomia che riuscisse a motivare i futuri cuochi dell’Istituto Alberghiero di Levico Terme, un richiamo alla vocazione turistica per gli alunni del Ruffini di Imperia e la lingua tedesca come strumento di comunicazione e lingua madre per gli alunni di Gera, in Germania. Così è nato “Die Speisekarte, bitte!”. Buona parte delle attività del progetto si sono svolte durante il periodo di chiusura delle scuole dovuto all’emergenza Coronavirus.


Titolo progetto
Die Speisekarte, bitte!

Docente
Ilaria Ricci e Stefania Modesti

Scuola
IFP Levico Terme (TN) e IIS "G. Ruffini” Imperia

Scuole partner
SBBS Dr. Eduard Amthor, Gera (Germania)

Anno scolastico
2019/2020

Principali materie
Lingua tedesca, Lingua inglese, Informatica, Gastronomia

Lingua di scambio
Tedesco

Età degli alunni / Numero degli alunni coinvolti
17/18 - Numero totale alunni: 62



Ho conosciuto eTwinning due anni fa. Ho voluto sperimentare l’uso della piattaforma con un progetto che stimolasse l’interesse degli alunni per la lingua tedesca, per loro non così semplice. Hanno dimostrato entusiasmo nel comunicare con coetanei di altri Paesi trovando un pizzico di motivazione per lo studio curricolare. L’insegnamento è per me sperimentazione continua e ricerca di nuovi  stimoli, in eTwinning ho trovato un mondo pieno di risorse, un nuovo modo di insegnare!

Ilaria Ricci, Istituto di Formazione Professionale Alberghiero di Levico Terme (TN)

Sono venuta a contatto con il mondo e Twinning un anno fa a Milano. Questo progetto ha risvegliato nella comunità scolastica una coscienza collettiva, evidenziando come l’apprendimento possa essere maggiormente valorizzato attraverso le avanguardie educative, che assumono così il valore di modalità didattica pratica, trasmessa dai compagni di classe ai loro pari ed arrivata a molti docenti. eTwinning? Una grande chance in grado di unire sperimentazione metodologica e passione.

Stefania Modesti, IIS “G. Ruffini” di Imperia


  • Obiettivi e Attività

Obiettivi del progetto
Abbiamo evidenziato insieme alle altre docenti tre nuclei centrali del lavoro con una corrispondente scansione temporale:

  1. FASE 1: Presentazione degli alunni attraverso la ricetta preferita
  2. FASE 2: Creazione di 15 team internazionali per l’interazione
  3. FASE 3: Creazione di menù culinari internazionali
  4. COVID-FASE: Durante il lockdown i ragazzi si sono scambiati impressioni e sensazioni sul forum “Meine Wochen zu Hause in den Zeiten des Coronavirus!” (le mie settimane a casa, ai tempi del coronavirus).

Il progetto può essere considerato come esempio di avanguardia educativa in quanto fonde le competenze digitali, di cittadinanza, multilinguistiche e alfabetico-funzionali. Abbiamo utilizzato la metodologia del  learning by doing  ed attivato strategie di problem solving. Abbiamo altresì cercato di potenziare le competenze sociali  favorendo la responsabilità individuale e l’interdipendenza positiva. Ogni partner ha collaborato al raggiungimento degli obiettivi previsti per le singole fasi.


  • Tools utilizzati

Il TwinSpace offre molti tools interessanti e di facile utilizzo. I docenti hanno usato la bacheca degli insegnanti, la casella mail, e la bacheca insegnanti. Gli alunni si sono presentati con un elemento sul TwinBoard e hanno interagito con i coetanei sui forum e attraverso i sondaggi. Altri tools didattici utilizzati, esterni a eTwinning sono stati:

    1. Avatarmaker: al momento della creazione del loro profilo, gli alunni si sono divertiti a creare il loro avatar personale con questa facile applicazione.
    2. Quizizz: Gli alunni hanno potuto implementare le loro conoscenze divertendosi con il quiz, giocando a squadre o individualmente.
    3. Surveymonkey: anche in questo caso gli alunni hanno realizzato un quiz, i cui risultati sono poi stati rielaborati in classe nel corso della lezione e sono stati descritti in lingua tedesca.
    4. Google Moduli: è stato utilizzato questo tool per realizzare un questionario conoscitivo sulla regione Liguria.
    5. Canva: questa app si è rivelata adatta alla creazione dei menu internazionali, obiettivo finale del progetto.
    6. Youtube: gli alunni hanno presentato la propria scuola, chi con un tour virtuale, chi con una descrizione che è stata filmata e proposta attraverso Youtube.

  • Metodologia didattica

Il progetto è basato sulla teoria del person-centered-learning (Roger) che sposta l’attenzione sull’individuo e sulla centralità delle sue esperienze.

Gli alunni sono stati motivati al lavoro principalmente attraverso una chiara esemplificazione del significato del progetto e degli obiettivi educativi ad esso correlati. Nella realizzazione delle sottofasi del progetto sono stati spesso favoriti approcci di apprendimento collaborativo in piccoli gruppi o di peer-tutoring.

Spesso in classe si è lavorato in piccoli gruppi  con i tablet, ad esempio per la creazione di quiz per le scuole partner. L’approccio generale è stato quello della didattica attiva che ha dato spazio agli interessi degli alunni e alle loro esperienze. Con il peer to peer gli studenti hanno imparato dai coetanei italiani e tedeschi grazie al lavoro in gruppi internazionali a mediare nel gruppo e a raggiungere un obiettivo comune.

In alcuni momenti particolari dell’anno scolastico è stata prediletta la comunicazione attraverso video in lingua tedesca rivolti ai compagni italiani e tedeschi con il duplice scopo di stabilire un contatto visivo diretto e di potenziare le competenze linguistico-comunicative.


  • Curiosità e aneddoti

Il progetto si sarebbe dovuto chiudere con un pranzo comune realizzato dagli alunni dell’Istituto Alberghiero di Levico Terme, con la degustazione dei menù ideati nel corso del progetto e rielaborati dagli alunni dell’Istituto Ruffini nei mesi precedenti. A causa dell’emergenza purtroppo non è stato possibile. Abbiamo chiuso con una videoconferenza, dove i ragazzi si sono potuti conoscere meglio tra loro, seppur a distanza.


  • Risultati

Gli alunni hanno redatto le ricette di ogni piatto in lingua tedesca e inglese, con l’obiettivo di creare un ricettario. Tutti si sono messi alla prova, comunicando in una lingua difficile e da molti poco conosciuta. Si sono approcciati con un tema familiare e coerente con i loro interessi, il che ha contribuito a sviluppare in loro le competenze spendibili nel mondo del lavoro.
Dn conseguenza all’emergenza sanitaria il progetto ha assunto una curvatura diversa: la piattaforma si è rivelata un valido strumento di didattica a distanza. Il progetto si è dimostrato “flessibile” e in grado di adattarsi ad una didattica personalizzata.
Disseminazione: l’8 giugno 2020 si è tenuta una trasmissione on-line, Piazza Virtuale all’interno del Blog “Instant Arte”(Blog di arte e musica che con cadenza settimanale approfondisce con dirette temi relativi alla didattica e al sociale) dove è stato presentato il progetto.  Il progetto è stato inoltre ripreso da alcuni quotidiani locali e on-line.


  • Competenze sviluppate dagli alunni

Particolare attenzione è stata rivolta alla RACCOMANDAZIONE DEL CONSIGLIO EUROPEO del 22 maggio 2018 e alla competenze in esso enucleate:

    • Sviluppare la competenza multilinguistica, alfabetico-funzionale, digitale e di cittadinanza
    • Sviluppo dell’apprendimento formale, informale e non formale in una prospettiva di apprendimento permanente
    • Far dialogare l’aspetto teorico del progetto con la sua spendibilità pratica
    • Stabilire connessioni tra la realtà scolastica e la dimensione interculturale
    • Creare connessioni e sovrapposizioni tra le varie aree riconoscendo un potenziale intrinseco che porta ciascuna competenza ad invadere altri campi di esperienze culturali e relazionali (competenze linguistiche, di cittadinanza e digitali)

  • Materiali multimediali (foto/video/presentazioni)

Archivio foto Covid19 Ostermenü

Gli alunni descrivono l’Istituto Professionale Alberghiero di Levico Terme

Gli alunni presentano l’Istituto IISS “G. Ruffini di Imperia

Gli alunni presentano la SBBS Dr. Eduard Amthor di Gera