Home » Esperienze » GIOVANI “POLIGLOTTI” GRAZIE AL PROJECT BASED LEARNING

GIOVANI “POLIGLOTTI” GRAZIE AL PROJECT BASED LEARNING Altre esperienze

Riflettendo sulla pratica pedagogica in Italia e Repubblica Ceca, i docenti coinvolti hanno deciso di concentrarsi sul Project Based Learning come modalità per coinvolgere gli studenti per lo sviluppo delle loro conoscenze e abilità linguistiche in inglese e spagnolo. Il metodo,  che si è mostrato efficace, stimolante e spesso altrettanto divertente per insegnanti e studenti, ha dato priorità alla metodologia e ad un processo di apprendimento delle lingue innovativo e più favorevole per gli alunni. L’intento è stato quello di integrare l’apprendimento delle lingue in contesti di gioco, situazioni di vita reale, indagini, routine e transizioni, narrazione ed esperienze, oltre ad applicare una pedagogia incentrata sullo studente nelle nostre lezioni, aumentare la motivazione per il leasing di apprendimento linguistico e estendere l’apprendimento in progetti autoselezionati. I docenti hanno incoraggiato i bambini ad essere agenti del proprio apprendimento, mirando a promuovere il talento e gli interessi di ogni studente. Il maggior risultato che questo progetto ha conseguito è l’aver cambiato il punto di vista dei ragazzi sullo studio delle lingue straniere, motivandoli a studiare per poter interagire al meglio coi partner indipendentemente dalle verifiche in classe.


Titolo progetto
Shaping our English/Spanish Together

Docente
Lida Balloni, Daniela Rigamonti

Scuola
I.I.S.S. C. E. Gadda - Paderno Dugnano (MI)

Scuole partner
Gymnàziom Hladnova Jazykovà Škola, Ostrava, Repubblica Ceca

Anno scolastico
2016-2017

Principali materie
Lingue straniere: Inglese e Spagnolo

Lingua di scambio
Inglese e Spagnolo

Età degli alunni / Numero degli alunni coinvolti
Italia - età: 14-15 anni. Due classi. Studenti coinvolti 27 alunni e 29 alunni. Repubblica Ceca - età 15-16 anni. Due classi: 30 alunni e 20 alunni.



Abbiamo utilizzato eTwinning per la prima volta nel nostro primo progetto Erasmus+ KA2 e intuendone le enormi potenzialità. Nell’attuale Erasmus+ KA2 è coinvolta anche un’ambasciatrice eTwinning della Repubblica Ceca, che ci ha invitato a creare questo progetto bilaterale e ci ha supportato nelle scelte degli strumenti da utilizzare, con la conseguente svolta nella nostra didattica quotidiana sia in termini di professionalità sia di entusiasmo. Lavorare con eTwinning e la piattaforma TwinSpace è stato molto motivante per noi e per gli studenti: ci ha permesso di confrontarci con un’altra realtà, spostando l’attenzione dall’apprendimento della lingua come obiettivo, al suo uso come mezzo per svolgere compiti reali, insieme ai nostri partner. Il progetto è stato presentato in sede di Consiglio di Classe, Dipartimento, Collegio Docenti: a grande richiesta nel nostro istituto il 28/11 si terrà un corso di formazione tenuto da un’ambasciatrice eTwinning della Lombardia.  Lida Balloni, Daniela Rigamonti, I.I.S.S. C. E. Gadda di Paderno Dugnano (MI)


  • Obiettivi e attività

Obiettivi
Il progetto ha valorizzato diversi stili di apprendimento in modo inclusivo. La cooperazione è stata la base di tutte le attività. Il progetto ha avuto l’obiettivo di potenziare le competenze nelle lingue straniere, le competenze trasversali (collaborare, organizzare e gestire il tempo) e le competenze digitali. Il progetto ha migliorato anche il senso di responsabilità rendendo gli studenti protagonisti dell’apprendimento. Il ruolo insegnante/studente si è a volte invertito, mettendo i docenti nelle condizioni di imparare e gli alunni in quelle di strutturare contenuti per l’apprendimento.

Attività
La pianificazione delle attività avveniva quasi giornalmente via chat.
Articolazione del progetto:
Nov-Dic Impariamo a conoscerci: Stesura Profilo in TwinSpace
ING: audiodescrizione e presentazione di uno studente della scuola partner. Creazione di giochi didattici e quiz utilizzando App didattiche.
SPA: scelta di un compagno per affinità, primi contatti nel Forum
Gen-Mar
ING: Parliamo di eventi passati: Ascolto di canzoni. Narrazione delle canzoni attraverso il disegno. Stesura di una storia partendo dai disegni. Creazione di storie trasformate in libri con Google Drive,Youblisher.
SPA: Potenziamo grammatica e lessico con App didattiche
Apr-Mag
ING: Parliamo di eventi futuri: creazione di dialoghi e di video storie.
SPA: Creazione di dialoghi prima scritti in chat, poi filmati separatamente e montati.


  • Metodologia didattica

La metodologia seguita è stata il Project Based Learning (creazione di file audio, libri digitali, videostorie, dialoghi), supportato dal problem solving: le difficoltà sono state molte e le soluzioni non sempre evidenti. Il focus dell’attenzione, quindi, si è spostato dalla lingua come scopo della didattica al prodotto creato (focus on form/focus on meaning). Gli studenti hanno riflettuto, provato, valutato, preso decisioni, indicato ordini di priorità utilizzando il T.B. L. (Skillful Decision Making/Infusing Critical and Creative Thinking/Assessing and Ranking). Gli studenti di inglese hanno svolto una webquest per scoprire di più sulle canzoni e con la metodologia Flipped classroom hanno presentato le loro scoperte ai compagni. L’apprendimento cooperativo svolto in gruppi internazionali (Cooperative Learning) è stato alla base del lavoro.


  • Tools utilizzati

  • www.padlet.com
  • www.youblisher.com
  • www.learningapps.org
  • www.kahoot.it
  • www.educaplay.com
  • Google Drive
  • Whatsapp

  • Aneddoti e curiosità

Per l’inglese: vorrei sottolineare il profondo legame che si è sviluppato tra i miei studenti coi i compagni della Repubblica Ceca. Dopo i primi impacci agivano come classe unica anche nei piccoli sotterfugi, tipici degli studenti.

Per lo spagnolo: uno studente della Repubblica ceca è stato lasciato dalla fidanzata. La partner italiana ha iniziato a rincuorarlo mandandogli messaggi ogni giorno e raccontando in classe gli sviluppi; le compagne italiane si sono avvicinate a lui con messaggi nella speranza di sostenerlo. Il tutto utilizzando la lingua spagnola in un registro colloquiale lontano dalle lezioni tradizionali e con una scioltezza sorprendente.


  • Risultati

L’impatto del progetto sugli alunni è stato notevole. La loro motivazione allo studio delle lingue è aumentata, ed i risultati nelle prove di livello di fine anno ne sono stati un esempio. Gli studenti hanno dato la massima valutazione di gradimento dell’indagine condotta dalla vicepresidenza sui progetti svolti nell’Istituto. I docenti hanno riferito del progetto al Dipartimento di lingue, nei Consigli di Classe, e al Collegio docenti, ed i colleghi degli insegnanti coinvolti hanno richiesto un corso di formazione su eTwinning. Anche le famiglie hanno manifestato il proprio apprezzamento attraverso i loro rappresentanti. Il progetto è stato presentato anche durante le celebrazioni per il 40° della scuola, alla presenza della stampa.
Il maggior risultato che questo progetto ha conseguito è l’aver cambiato il punto di vista dei ragazzi sullo studio delle lingue straniere, motivandoli a studiare per poter interagire al meglio coi partner indipendentemente dalle verifiche in classe.


  • Competenze sviluppate dagli alunni

  • Comunicazione nelle lingue straniere: il progetto ha permesso ai ragazzi di affinare la loro competenza comunicativa.
  • Competenza digitale: Abbiamo utilizzato ampiamente tools didattici e pubblicato storie on line, nonché creato video.
  • Imparare a imparare: le metodologie utilizzate, l’attenzione al processo di apprendimento nelle sue fasi, le attività svolte ed i feedback ricevuti hanno permesso di sviluppare questa competenza.
  • Competenze sociali e civiche: L’aspetto collaborativo e di cooperazione del nostro progetto ha portato ad una maggiore autocoscienza ed alla conoscenza/confronto con una cultura altra.
  • Consapevolezza ed espressione culturale: Il contatto con studenti appartenenti ad un’altra cultura ha favorito questa consapevolezza ed intensificato la volontà di superare gli stereotipi e le barriere culturali.

  • Riconoscimenti

Quality Label Europeo
Quality Label in Italia
Premio nazionale italiano 2017


  • Link esterni