Introduzione al mondo eTwinning

Cos’è “eTwinning”?

eTwinning (dall’inglese “gemellaggio elettronico”) è una community di scuole europee. Un progetto che permette a tutti gli insegnanti dei Paesi membri di accedere a innovativi strumenti online per incontrarsi virtualmente, scambiare idee ed esempi pratici, lavorare in squadra, seguire attività di formazione e attivare progetti di gemellaggio online con partner stranieri, in modo da coinvolgere alunni di diversi istituti e culture a collaborare sulla medesima attività formativa.

I gemellaggi possono riguardare semplici scambi di informazioni o di documentazione, la realizzazione di progetti di scoperta o di ricerca o, in una forma più elaborata, divenire parte integrante del sistema pedagogico.

eTwinning nasce nel 2005 come linea d’azione del Programma pluriennale europeo eLearning (2004-2006), dal 2007 al 2013 è parte del Programma per l'apprendimento permanente (Lifelong Learning Programme), come azione speciale di Comenius, mentre dal 2014 rappresenta una delle principali piattaforme informatiche previste dal programma Erasmus+ per la cooperazione virtuale in attività di istruzione e formazione.

A chi si rivolge?

Per quanto riguarda il contesto italiano, eTwinning si rivolge agli insegnanti di qualsiasi materia, dirigenti scolastici, bibliotecari e altro personale docente, appartenenti a istituti scolastici statali e parificati, di ogni ordine e grado, dalla pre-primaria al livello secondario superiore, purché riconosciuti dal Ministero della Pubblica Istruzione (Ricerca codice meccanografico).

Quali Paesi vi partecipano?

eTwinning si rivolge a tutti gli Stati Membri dell’Unione Europea: Austria, Belgio, Bulgaria, Cipro, Croazia, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Irlanda, Italia, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Malta, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo, Regno Unito, Repubblica Ceca, Romania, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Svezia e Ungheria. A questi si aggiungono anche Islanda, Norvegia, Svizzera e Turchia. Inoltre sono stati successivamente inclusi i seguenti territori d'oltremare.

Perché nasce?

eTwinning intende offrire a tutte le scuole la possibilità di effettuare un’esperienza europea, attraverso una didattica che metta al centro gli studenti grazie all’ausilio delle Tecnologie dell’Informazione e della Comunicazione (TIC). La dimensione europea è un aspetto fondante di ogni gemellaggio eTwinning, che significa interazione e condivisione sia tra docenti che tra alunni di Paesi diversi per creare una collaborazione attiva tesa allo sviluppo di una cittadinanza europea nelle nuove generazioni.

Quali sono le differenze con il vecchio Comenius?

eTwinning e Comenius sono stati dal 2007 asl 2013 parte del Programma LLP (Lifelong Learning Programme). Entrambi prevedono una collaborazione tra scuole europee per la realizzazione di un progetto comune. Esistono tuttavia alcune importanti differenze tra le due azioni, che è necessario specificare. Comenius, infatti, prevede il finanzimento di mobilità individuali, partenariati, reti e progetti multilaterali. eTwinning invece ha come obiettivo principale la creazione di collaborazioni a distanza, dove il focus è concentrato su modalità di interazione che prevedono l’utilizzo di nuove tecnologie, fattore, questo, non indispensabile nel caso di Comenius. Inoltre, mentre la mobilità di Comenius è stabilita precedentemente, eTwinning si prefigge di instaurare gemellaggi il più possibile protratti tempo, oltre ad essere più semplice a livello organizzativo grazie alla totale assenza di procedure burocratiche in fase di richiesta, senza necessari requisiti specifici.

Quando si può attivare un progetto eTwinning?

Non ci sono scadenze per l'attivazione, che può essere eseguita in ogni momento da quando i partner concordano gli obiettivi comuni del progetto. Analogamente anche la registrazione nel database eTwinning è sempre aperta.

Che durata ha un progetto?

Un progetto di gemellaggio elettronico dovrebbe far sì che le scuole gemellate collaborino il più possibile, senza alcun tipo di vincolo di durata. Una delle finalità dell’azione eTwinning, infatti, è proprio quella di stabilire dei partenariati pedagogici tra scuole europee che non siano limitati alla realizzazione di un singolo progetto, ma che si protraggono a lungo nel tempo. Due scuole partner possono però decidere di avviare progetti brevi, dedicati a temi specifici di anno in anno, mantenendo inalterato il loro partenariato; oppure possono coinvolgere altre scuole, invitandole in un progetto attivo come membri paritario dello scambio, ampliando così il partenariato iniziale.

Esiste tuttavia la possibilità di collaborazioni brevi, focalizzate su obiettivi didattici circoscritti nel tempo e negli argomenti, al termine delle quali si può cercare un nuovo partner. Ad esempio si può creare un gemellaggio in vista della partecipazione a un concorso europeo per le scuole, o per approfondire in chiave europea un tema d'attualità politica o sociale.

La partecipazione a eTwinning viene offerta solo agli studenti e agli insegnanti coinvolti?

Non necessariamente, in quanto il gemellaggio elettronico dovrebbe coinvolgere l’istituto nel suo complesso, a partire dal dirigente scolastico, gli altri docenti e gli alunni di classi diverse da quella coinvolta. Dal momento che uno degli obiettivi di eTwinning è quello di contribuire allo sviluppo professionale del personale della scuola, è possibile infatti avviare progetti individuali, tra docenti o tra dirigenti scolastici, incentrati sul confronto di metodologie didattiche e sistemi scolastici diversi; oppure semplicemente progetti che mirano al miglioramento delle competenze tecnologiche e linguistiche individuali.

Si richiedono competenze tecniche specifiche per partecipare ad eTwinning?

No, non è necessario essere esperti nelle TIC per ideare e attivare un progetto eTwinning; basta disporre di normali conoscenze dio base che varranno incrementate durante l’attività e con l’aiuto dei ragazzi, spesso più aggiornati degli stessi docenti per ciò che riguarda il mondo della tecnologia. Le TIC si riveleranno utilissime nel portare avanti il progetto di gemellaggio, dal momento che costituiscono il modo più semplice, economico e veloce per comunicare e collaborare con gli amici europei, oltre e rappresentare un mezzo molto efficace per motivare e coinvolgere gli studenti.

Che cos’é e cosa fa l’Unità Nazionale eTwinning Italia?

Ciascun Paese che prende parte ad eTwinning ha istituito un’apposita Unità Nazionale (National Support Service - NSS), responsabile per il coordinamento dell’azione in ambito statale. In Italia questa struttura è ospitata all’interno dell'Agenzia Lifelong Learning Programme, gestita dall’Agenzia Nazionale per lo Sviluppo dell'Autonomia Scolastica (ex INDIRE) di Firenze L’Unità ha un ruolo di coordinamento e promozione dell’azione eTwinning sul territorio nazionale. Si occupa inoltre dell’aggiornamento del portale italiano eTwinning, di assistenza e consulenza didattica agli insegnanti che intendono coinvolgere la propria scuola in un gemellaggio e del mantenimento di un costante collegamento sia con gli Uffici Scolastici Regionali, al fine di monitorare la risposta delle Regioni all’eTwinning, sia con l’Unità Europea eTwinning situata a Bruxelles, come punto di raccordo tra vertice e periferia dell’azione.

Qual è il ruolo degli Uffici Scolastici Regionali nell’ambito di eTwinning?

Gli Uffici Scolastici Regionali (USR) svolgono una funzione di collegamento tra le scuole delle loro Regioni e l’Unità Nazionale eTwinning Italia, situata presso l’Agenzia Scuola di Firenze. Gli USR contribuiscono alla promozione dell’azione eTwinning in ambito regionale, organizzano eventi di informazione e formazione di primo livello, effettuano un monitoraggio sulla risposta ai gemellaggi da parte delle scuole nel loro territorio e garantiscono un costante contatto con l’Unità Nazionale.

Come è organizzata l'azione eTwinning a livello europeo?

Le varie Unità Nazionali dei Paesi aderenti all'azione sono coordinate da Bruxelles dall'Unità Europea eTwinning (o Central Support Service – CSS), composta dallo staff di European Schoolnet. L'Unità Europea eTwinning si occupa inoltre della completa gestione della piattaforma eTwinning e del sito europeo www.etwinning.net, insieme ad attività di promozione a vari livelli, organizzando seminari, conferenze ed eventi speciali.

Cos'è eTwinning Plus?

eTwinning Plus è una parziale estensione dell'azione oltre i confini europei che prevede, per un selezionato numero di scuole e insegnanti da Ucraina, Tunisia, Moldavia, Georgia, Armenia e Azerbaijan, di diventare membri dei partenariati eTwinning che già collaborano online nella community. Il progetto è stato lanciato nel marzo 2013 e fa parte delle iniziative per la Politica europea di vicinato della Commissione Europea. Grazie a eTwinning Plus i docenti eTwinning possono invitare insegnanti dei Paesi citati ad unirsi a un progetto esistente. Maggiori informazioni sul portale europeo eTwinning.


CONTENUTI CORRELATI

archivio ►