Didattica e gemellaggi elettronici in Europa

Home » Premi nazionali » Premi nazionali 2015/2016

Premi nazionali 2015/2016

Di seguito la lista dei progetti e docenti vincitori dei Premi nazionali 2015/2016 con una breve descrizione dei gemellaggi e la motivazione di premiazione, cliccando sul titolo si può accedere all’area di lavoro della piattaforma (TwinSpace). Le scuole dei docenti vincitori del Premio nazionale hanno vinto una stampante 3D per l’uso nella didattica; alle menzioni speciali la possibilità di partecipare ai seminari di formazione in Europa del prossimo anno. La premiazione si è svolta a Napoli il 18 novembre, nel corso della Conferenza nazionale eTwinning 2016.


PREMI NAZIONALI 2016

  • “The most important thing”, Silvana Rampone, Elena Civita, Bruna Ricca e Cecilia Cuccolo, DDS 4° Circolo di Pinerolo (TO)
    Il progetto coinvolge cinque scuole elementari europee in un percorso di apprendimento comune volto a costruire una cittadinanza attiva e sensibilizzare l’opinione pubblica verso il valore di “diversità” nella nostra società multiculturale. Gli studenti sono stati impegnati in attività di collaborazione in lingua inglese (CLIL) che, a partire dalla scoperta del fantastico mondo degli animali, li ha portati a riconoscere come la diversità rappresenti una vera ricchezza.

 

  • “Sailing the Mediterranean”, Francesca Romana Antonini, Colomba Celeste, Monica Di Giulio, Luisa Confalonieri, Donata Paone, ICS “A. Vivenza-Giovanni XXIII” di Avezzano (AQ) – Plesso Primaria Borgo Pineta, Abruzzo
    Lo scopo del progetto è stato condurre gli studenti alla consapevolezza di essere tutti cittadini di una comune area e di comuni origini e della necessità di cercare insieme un futuro di pace, cooperando gli uni con gli altri. Partendo dai primi navigatori, gli studenti hanno indagato tutti coloro che per qualsiasi motivo navigano ed hanno navigato il Mare Nostrum,i pescatori, i commercianti, gli esploratori, i guerrieri, per arrivare ai rifugiati che in questo periodo navigano il Mediterraneo in condizioni drammatiche. Gli studenti hanno affrontato un viaggio nello spazio e nel tempo alla scoperta di un territorio e di un mare che ci unisce, delle origini che si intersecano, dei valori che man mano abbiamo costruito e condiviso.

 

  • “VIEE Very important European Events”, Cinzia Fiorentini, ICS “Fra’ Ambrogio da Calepio” di Castelli Calepio (BG), Lombardia
    L’obiettivo del progetto è stato condividere lezioni in varie discipline con i partner. Con cadenza mensile è stato scelto un evento di attualità avvenuto in Europa ed ogni classe ha prodotto un lavoro che poi ha condiviso con gli altri partner. Sono stati utilizzati vari tools informatici diversi per stimolare la creatività dei ragazzi e per verificare le loro conoscenze delle lezioni proposte. Il progetto ha aiutato gli studenti a conoscere e scambiare e conoscere avvenimenti importanti come scoperte geografiche, eventi storici, feste tradizionali e personalità dei rispettivi paesi.

 

  • eTwinning dream, Marina Screpanti, ICS 3 di Chieti, Abruzzo
    L’obiettivo è stato quello di proporre l’apprendimento dell’inglese solo comunicando coi partners, tralasciando completamente il libro di testo a vantaggio della creazione di veri contesti comunicativi realizzati tramite attività e giochi online online e offline.Si è mirato alla fluency dando poca importanza all’errore. Il progetto ha condotto alla stesura di una strategia didattica personalizzata L.L.I.P. Learning Languages with ICT and Partnerships da parte delle docenti.

 

  • “WWW”, Marina Screpanti, ICS 3 di Chieti, Abruzzo e Monica Morana, ICS 3 “L. Radice” di Patti (ME), Sicilia
    Gli studenti hanno utilizzato le nuove tecnologie online per creare un e-magazine collaborativo ricco di articoli, news, giochi, indovinelli, cruciverba. rebus e così via. Le classi hanno imparato ad utilizzare vari strumenti web per scopi creativi e di apprendimento e le capacità di pensiero per pianificare, ricercare, selezionare informazioni e concetti.

 

  • “Europe’s ABC of superfoods”, Modesta Canale, ICS Catona “Radice – Alighieri” di Catona (RC), Calabria
    “Il nostro cibo dovrebbe essere la nostra medicina e la nostra medicina dovrebbe essere il nostro cibo.” – Ippocrate 460-370 aC. Nel corso di questo progetto i ragazzi hanno scoperto i “Superfood”, imparando come introdurli nella loro dieta quotidiana attraverso ricette nutrienti, realizzate insieme ai partner stranieri. Il prodotto finale è stato la creazione di un abecedario di cibi sani (Superfoods), realizzato in multilingua.

 

  • “Dixit”, Emanuela Costa, ICS di Andora-Laigueglia (SV), Liguria
    Il progetto ha avuto l’obiettivo di scrivere una storia collaborativa utilizzando le carte del gioco “Dixit” come ispirazione. Ogni scuola partner ha scelto 3/4 carte ed ha scritto un capitolo nella propria lingua madre ed in inglese. I capitoli sono stati condivisi per la creazione di un prodotto comune. Infine, ciascun partner ha pubblicato la storia nel formato preferito.

 

  • “Traditional food around Mediterranean sea”, Maria Angela Zanetti, Lucia Serra e Barbara Cazzola, ICS di Porto Garibaldi (FE), Emilia-Romagna
    Tutti noi abbiamo in comune il mare Mediterraneo. I mari e gli oceani hanno sempre rappresentato dei luoghi di confronto e scambio tra persone e culture. Il progetto sviluppa le competenze sociali e civiche, fornendo occasioni reali per comunicare in modo costruttivo, ed esprimere conoscenza e tolleranza nei confronti delle diverse culture. I bambini hanno dialogato in lingua inglese con i partner e creato oggetti digitali condivisi come vocabolario plurilingue, libri digitali con ricette, video, sito web del progetto.

 

  • News in Europe, Veronica Keohane, Liceo Statale “E. Medi” di Senigallia (AN), Marche
    Il progetto ha permesso di capire quali notizie toccano i cuori dei giovani di oggi. Si è cercato di scoprire il ruolo del giornalisti che lavorano per diversi mezzi di comunicazione con interviste e ricerche in internet. Sono state realizzate piccole inchieste spesso lavorando insieme per tradurre articoli, fare sondaggi, aggiungere sottotitoli, fornire domande e scambiare notizie per produrre il nostro website in lingua inglese. Tra gli argomenti trattati: la libertà di espressione, l’etica del giornalismo, il pericolo del mestiere e soprattutto gli attentati di Charlie Hebdo, Parigi e Bruxelles.

 

  • Colours M@tter!”, Mariangela Bielli, ICS “G. Perlasca” di Bareggio (MI), Lombardia
    Il colore è una tematica accattivante per i ragazzi e fa parte della loro esperienza quotidiana: vivono in un mondo colorato che li attrae soprattutto con le immagini. Il colore gioca un ruolo fondamentale nella riproduzione, nel mimetismo, nella segnalazione del pericolo. Gli esseri umani fanno scelte di colore ogni giorno. I colori che ci circondano, direttamente o indirettamente, influenzano il nostro modo di pensare, le nostre percezioni, i nostri comportamenti e i nostri stati d’animo. Perché preferiamo un colore ad un altro? I colori vengono percepiti da tutti allo stesso modo? Come il colore influenza gli esseri viventi? Il progetto ha cercato di rispondere a tutte queste domande attraverso un approccio tematico interdisciplinare.

MENZIONI SPECIALI 2016

  • eTwin News, Alessandra Pallavicini, ISIS “Galilei” di Gorizia, FVG
  • “Does the earth have borders? Migration and Human-Rights”, Giusi Gualtieri, Liceo Scientifico “G. Marconi” di Perugia, Umbria
  • Let’s make a change!“, Maria Rosaria Fasanelli, Liceo Statale “Niccolò Machiavelli” di Roma, Lazio
  • COOL – Collaboration Online with Outstanding Learning“, Marilina Lonigro, Scuola Secondaria di I Grado “Bovio-Palumbo” di Trani, Puglia
  • “Keep fit – be healthy”, Elisabetta Scaglioni, Direzione Didattica di Vignola (MO), Emilia-Romagna
  • “Eine Fahrradtour durch Europa”, Mariaserena Burgher, ICS “Via Commerciale” di Trieste, FVG
  • “Who wants to be a scientist ?“, Paolo Sirabella, Liceo Scientifico Statale “Talete” di Roma, Lazio
  • Planet Diversity”, Giovanna Piras, IC di Ghirlanza (OR), Sardegna
  • Es waar einmal…“, Sabine Mildner, Liceo Statale “F. Cecioni” di Livorno, Toscana
  • “Multicultural Olympics”, Anna Menditto, ISIS “G. B. Novelli” di Marcianise (CE), Campania e Angela Lucia Capezzuto, Liceo statale “Don Gnocchi” di Maddaloni (CE), Campania